Nonostante le continue raccomandazioni delle associazioni ambientaliste, sono ancora molti gli animali che ogni anno, in Italia, vengono abbandonati sul ciglio delle autostrade dai padroni, poco prima di partire per le vacanze; forse non molti sanno che oltre ai pensionati, anche i campeggi, gli hotel e i villaggi sono in grado di accogliere i nostri amici a quattro zampe.

I campeggi presenti nel nostro Paese sono all’incirca 2.500; la maggior parte sono preferiti dalle famiglie con bambini al seguito, e dunque non è così inusuale che alcune di queste famiglie siano interessate a voler portare con sé anche i propri amici a 4 zampe. Ma non tutte le strutture ricettive hanno esteso l’ingresso a cani e gatti; alcune garantiscono soltanto la possibilità per gli animali di entrare nelle piazzole per roulotte e camper e vietano l’accesso ai bungalow e alle spiagge.

Normalmente, i proprietari dei campeggi richiedono che il cane sia tenuto al guinzaglio e, nel caso in cui sia di grossa taglia, che porti la museruola.
In generale, le strutture sono provviste di luoghi esclusivamente dedicati ai cani: come aree giochi, parchi e stabilimenti balneari. Sono soprattutto i cani di piccola e media taglia ad essere accettati nei camping della Penisola, a patto che il proprietario non dimentichi di portare con sé paletta o sacchetto per la raccolta delle deiezioni; discorso simile per i gatti, il cui padrone deve sempre avere a portata di mano la sua gabbietta per il trasporto.

Su 12 mila stabilimenti balneari presenti in Italia, sono soltanto 120 le spiagge che accolgono anche i Fido e Silvestro; e il numero scende drasticamente nel caso di accesso alle piscine o al mare. Alcuni camping offrono la possibilità ai cani di recarsi in lidi a loro esclusivamente dedicati, mentre altri preferiscono organizzare eventi una tantum per il loro divertimento: si va dalle semplici attività di gioco alla possibilità di effettuare veri e propri corsi di addestramento. Per le località di montagna o al lago è invece molto più semplice, anche se vigono di norma le stesse regole.

È bene dunque informarsi attentamente su tutte le regole relative al campeggio scelto, perché ogni struttura ha le sue. In genere, i camping che accettano gli animali sono particolarmente attrezzati; si va dalla presenza di una semplice area recintata per il relax fino all’organizzazione di escursioni e passeggiate in mezzo alla natura, e dalla possibilità di affittare la ciotola dell’acqua fino a richiedere l’aiuto di un veterinario qualificato o di dog e cat sitter.

Online, è possibile scoprire, attraverso i motori di ricerca specializzati, quante e quali sono le strutture atte a ospitare anche gli animali domestici, e in quale misura. La più alta concentrazione di campeggi pet-friendly si trova in Emilia-Romagna e Toscana, ma se ne trovano molti anche in Veneto, Liguria, Basilicata, Lazio e nel resto d’Italia.

Se anche tu hai un cane o un gatto sul nostro portale www.campeggievillaggi.it per ogni struttura viene riportato il dettaglio relativo all’accettazione di gatti o cani ed eventuali limitazioni. Ti segnaliamo in Veneto presso l’Union Lido Camping Park & Resort l’apertura di una nuova area interamente dedicata ai cani dotata di nuovissime piazzole prenotabili, dove gli amici a quattro zampe saranno i benvenuti e avranno a disposizione una varietà incredibile di spazi e di servizi a loro dedicati.